Skip to main content
  • Account utente

Let's drift again


  • 01 Aprile 2020 |
  • Rapporti dei membri

Da qualche tempo a questa parte, l'industria automobilistica è riuscita a produrre veicoli dotati di sistemi di assistenza molto efficaci che garantiscono una guida sicura. Ma ci sono conducenti che con questi veicoli disattivano proprio questi sistemi, rendendo la guida particolarmente impegnativa.
  • Testo:
    Albrecht Wantzen
  • Foto:
    TR Fotografie

Il fatto è che: Da tempo l'industria automobilistica produce con successo veicoli dotati di sistemi di sicurezza e assistenza molto efficaci che garantiscono una guida ampiamente sicura. Questo vale non solo per i veicoli di fascia alta e le auto sportive, ma anche per la classe media e persino per la classe superiore delle utilitarie. In termini di stabilità direzionale, maneggevolezza e bonarietà, i telai delle auto offrono un livello di sicurezza mai visto prima nella guida. Inoltre, negli ultimi anni sono stati introdotti numerosi sistemi di assistenza che, oltre all'ABS e all'ESP, registrano la stabilità della corsia, l'attenzione, la distanza dal veicolo che precede e da quello che segue e molto altro ancora e che, a seconda della situazione, intervengono persino nella condizione di guida e riconoscono e disinnescano dinamicamente una situazione di guida eventualmente critica. Queste funzioni del veicolo fanno parte dell'equipaggiamento di base o possono essere acquistate in modo più o meno economico tramite un elenco di equipaggiamenti.

Perché sto descrivendo questo al gentile lettore? Si potrebbe pensare che gli automobilisti vogliano testare l'effettivo funzionamento di questi sistemi. Invece no, ci sono conducenti con veicoli come quello descritto sopra che partecipano a eventi di formazione alla guida in cui proprio questi sistemi elettronici sono spenti. Per rendere la guida particolarmente impegnativa, si incontrano su circuiti ricoperti di ghiaccio e neve. E pagano un biglietto d'ingresso anche per questo.

86183351 2910516565675995 8638917040448471040 n

Nonostante le buone gomme, ci vogliono piloti abili sulla neve.

Questo è accaduto di nuovo nel febbraio 2020 in occasione dell'allenamento invernale e di guida del Pistenclub di Muhr/Austria. Tre circuiti di diversa lunghezza su ghiaccio e neve erano disponibili nelle migliori condizioni. Il tempo era eccellente e tutti i partecipanti erano di ottimo umore. Nel briefing per i piloti è stato sottolineato ancora una volta che tutti dovrebbero provare il divertimento di imparare a muovere il proprio veicolo in modo controllato su un percorso invernale o, se già lo sanno fare, assaporare questa tecnica di guida.

Al tempo stesso, è stato anche sottolineato che è possibile condurre qualsiasi veicolo in una derapata controllata - quindi senza scuse del tipo "ma con la mia auto non funziona" - e quindi anche percorrere l'intero percorso in modo più trasversale rispetto alla direzione di marcia. Chiunque avesse dei dubbi in merito, è stato raccomandato di non attivare nuovamente i sistemi di assistenza, ma di farsi consigliare da un umano, il cosiddetto istruttore, su come dominare o addirittura controllare lo stato di instabilità del veicolo su una superficie scivolosa. E quando dico instabile, va detto che in alcuni punti si è dovuto dominare il ghiaccio nudo.

Allora l'unica domanda che rimane è: sono tutti veramente pazzi?

Sì e no. Sì, perché sono tutti dei killer della convinzione e bisogna essere un po' pazzi per qualsiasi sport intenso, e no, perché è estremamente divertente essere in grado di fare una derapata controllata di 180 gradi o un valzer tra i piloni dello slalom dopo un po' di pratica. Devo sottolineare la dedizione degli istruttori - gli assistenti umani. Martin, Wolfgang, Walter e Manfred, con il loro solito modo rilassato e umoristico, hanno dato le correzioni necessarie per questa danza sul fiocco di neve, migliorando in modo decisivo i tempi di frenata (per i mancini, per favore), di sterzata e di accelerazione, oltre ad altri preziosi consigli come la posizione del sedile e simili.

 86183351 2910516565675995 8638917040448471040 n

In linea: i partecipanti all'allenamento invernale si mettono in posizione.

Devo anche menzionare i partecipanti che non hanno nemmeno preso parte con un veicolo ad alta tecnologia, ma che sono partiti dall'inizio con un veicolo senza alcun sistema di assistenza. Questo è quello che io chiamo "ritorno alle origini", e dimostra che in questo modo, naturalmente, si possono sperimentare i segreti dell'accelerazione laterale nel senso migliore del termine. Mi ha fatto pensare agli anni '70 con la mia NSU TT con una lacrima agli occhi.

86695373 2910519072342411 2437059164959145984 n

Nessuna paura di ghiaccio e neve: i partecipanti si sono divertiti alla sessione di allenamento invernale.

Si spera che questo evento rimanga in programma per molti anni a venire, anche se il clima sempre più caldo anche nel Lungau, presumibilmente il luogo più freddo dell'Austria, solleva qualche dubbio. Ma a tutti gli appassionati di Pistenclub: finché potete, cogliete l'occasione, è un'esperienza efficace e divertente in cui si può guadagnare per la propria tecnica di guida e ampliare in modo decisivo il proprio feeling con l'equilibrio del veicolo.

  • Prossimi eventi

Non ci sono eventi futuri
  • Albrecht Wantzen
    Autore

    Vi ringraziamo per la segnalazione e la ricompensiamo con un buono per una giornata in pista. Siete interessati a una pubblicazione sulla nostra rivista di club e sul nostro sito web e vorreste ricevere un buono? Allora inviate il vostro suggerimento via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..